Una proteina scoperta nel latte materno è in grado
di proteggere i neonati dall'infezione del virus HIV

 

In tutto il mondo, nel 2011, si stima che 330.000 bambini abbiano contratto l'HIV dalle madri durante la gravidanza o il parto, o attraverso l'allattamento al seno secondo l'UNICEF. Da quando le varie organizzazioni sanitarie internazionali hanno fissato l’ obiettivo di eliminare le infezioni da madre a figlio, i ricercatori hanno lavorato per sviluppare alternative sicure e convenienti per la terapia antiretrovirale che può essere utilizzata per bloccare la trasmissione dell'HIV ai neonati.

banner stimolazionenew .fw


In particolare, i ricercatori della Duke Medicine hanno identificato per la prima volta una sostanza nel latte materno che neutralizza l'HIV e può proteggere i bambini dal contrarre l'HIV dalle madri infette. I resultati di questo studio sono stati pubblicati sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences (2013). In questo studio i ricercatori hanno usato il latte materno di donne sane e lo hanno somministrato a neonati a rischio di contrarre il virus.

La proteina, chiamata Tenascin-C o TNC, era stata precedentemente riconosciuta come fattore che contribuisce alla guarigione delle ferite perchè gioca un ruolo nella riparazione dei tessuti, ma oggi viene riconosciuta per avere proprietà antimicrobiche e antivirali. La scoperta potrebbe portare a nuovi potenziali strategie di prevenzione dell'infezione da HIV.

La proteina TNC nel latte materno si lega al virus dell’ HIV e lo neutralizza, proteggendo i neonati esposti che potrebbero altrimenti essere infettati per le ripetute esposizioni al virus.

Bibliografia

Duke University Medical Center. (2013, October 23). "Protecting babies from HIV infection through protein in breast milk." Medical News Today.

 

Scopri come stimolare l'intelligenza del tuo bimbo 

cliccando qui