Bambini che si rifiutano a assaggiare nuovi cibi: potrebbe essere una questione di geni


 Tuo figlio è uno che non mangia il cibo nel piatto, se è ad es. verdura? O  vuole soltanto mangiare pasta, panini o crackers?

 Ci sono  bambini  che si rivelano estremamente “difficili” per ciò che concerne l’alimentazione. E questo è una fonte di stress per noi genitori che cerchiamo di introdurre alimenti nutritivi nella dieta dei nostri figli.

banner stimolazionenew .fw

Eppure sembra che questo non abbia nulla a che fare con il modo di cucinare o con il piacere personale. Secondo uno studio della the University of North Carolina at Chapel Hill (2013), le difficoltà a consumare certi cibi questo potrebbe avere una base genetica. I geni giocano un ruolo significativo nel comportamento alimentare dei bambini, ad es. la tendenza a evitare quelli nuovi. Si tratta della cosiddetta neofobia alimentare. Questi studi segnalano che geneticamente alcuni bambini tendono ad evitare più di altri i nuovi alimenti.  Tuttavia questo non deve costituire una scusa per non aiutare il bambino a cambiare cattive abitudini alimentari.

A tal riguardo, è importante che noi genitori diamo esempi concreti di buona alimentazione a tavola ai nostri figli – invece che discuterne in astratto. Ad esempio è importante:

 

-  Acquistare sempre frutta e verdura e non cibo spazzatura.

- Servire nel piatto di tuo figlio frutta o verdura anche se non la mangia: arriverà il giorno in cui l’assaggerà.

- Evitare di vedere pubblicità di cibi spazzatura.

- Coinvolgere il vostro bambino nella preparazione dei cibi.

- Non aggiungere  zucchero ad alimenti e bevande che non ne hanno bisogno (es. succo d’arancia)

- Non fare sentire in colpa il bambino perché non mangia ciò che vi aspettate

 

Bibliografia

Myles S. Faith, Moonseong Heo, Kathleen L. Keller, Angelo Pietrobelli. Child food neophobiais heritable, associated with less compliant eating, and moderates familial resemblance for BMI. Obesity, 2013

 

Scopri come stimolare l'intelligenza del tuo bimbo 

cliccando qui