Tecniche di stimolazione prenatale

  

La gravidanza è un periodo di cambiamenti non solo per il nascituro che giorno per giorno è in continua evoluzione e crescita ma anche per la donna, per l’uomo e per la struttura familiare che deve prepararsi all’arrivo del bimbo.

Vostro figlio dal momento del concepimento inizia il suo sviluppo in maniera accelerata secondo per secondo nel grembo materno. L’utero è la sua culla di vita, il primo contesto di sviluppo cui bisogna dare grande importanza perché tutto ciò che accade dentro e fuori di esso può influenzare positivamente o negativamente, direttamente o indirettamente il futuro bimbo.

banner stimolazionenew .fw


Fattori ambientali, periodo di vita, salute fisica e psichica dei genitori, credenze e pratiche culturali possono influenzare la formazione della  struttura, delle funzioni del cervello e di altri organi influendo sulla fisiologia o sul comportamento del futuro bambino e adulto. Per questo i nove mesi di gravidanza rappresentano una fase cruciale nella vita di ogni essere umano.

9 Mesi di attesa: sbagliato!

Si tratta di nove mesi in cui si può accompagnare attivamente vostro figlio in formazione e contribuire al suo sviluppo fisico, mentale ed emotivo. Grazie a quello che si conosce come stimolazione prenatale

La stimolazione prenatale® viene definita come l’insieme di tecniche psicoemotive e sensorio-motorie a base scientifica che, applicate al nascituro attraverso la madre, favoriscono lo sviluppo del cervello in formazione e il legame  della madre e  il padre con il loro figlio.

Con un’adeguata stimolazione sensoriale (stimoli uditivi, visivi, tattili, cinestetici ecc.) si stabilirà una “modalità di comunicazione affettuosa” con il bambino in gestazione, utilizzando le teorie psicologiche dell’apprendimento.

Cosa significa esattamente? Ad esempio applicare degli stimoli selezionati (ad esempio la musica) in periodi specifici dello sviluppo fetale (al sesto mese di gravidanza quando sappiamo che il nascituro riesce a udire). Questo ci permette di ottenere una risposta nel nascituro, promuovendo una specie di “apprendimento in utero”, che favorirà lo sviluppo sensoriale e neurologico attraverso la connessione tra i neuroni.

I benefici della stimolazione prenatale

La stimolazione prenatale aiuta il nascituro sia prima sia dopo la nascita.

Prima della nascita

  • Ottimizzare lo sviluppo dei sensi che sono la base dell'apprendimento
  • Migliorare l'interazione e la creazione di un legame più forte tra i genitori e  fratellini o sorelline con il nascituro
  • Contribuire alla salute fisica del nascituro

Dopo la nascita

  • sviluppare una migliore concentrazione e capacità percettiva
  • curiosità e desiderio di esplorazione del mondo esterno
  • sviluppare una migliore capacità di memoria
  • sviluppare rapporti di fiducia e di amore con i propri genitori

Ne mio nuovo libro Stimolazione Prenatale (edizioni San paolo 2015) vi presento le ultime scoperte scientifiche sulla psicologia prenatale, affronto il tema di come vivere la maternità in modo consapevole; riflettere sui miti e le realtà circa la gravidanza; dare voce al padre analizzando la gravidanza attraverso gli occhi dell’ uomo.

Nella seconda parte si presentano in dettaglio lo sviluppo del nascituro e tutte le attività che durante ogni trimestre papà e mamma, fratellini e sorelline possono realizzare per stimolare l’intelligenza del nascituro e rinforzare il legame emotivo della famiglia con il futuro bimbo.

 

Scopri come stimolare l'intelligenza del tuo bimbo 

cliccando qui