Depressione post-partum: tutto ciò che devi sapere

Dopo il parto molte donne si sentono incapaci di affrontare il loro nuovo ruolo di madri responsabili di una nuova vita. La loro autostima diminuisce, entrano in lunghi periodi di tristezza e disagio, incapaci di provare gioia o di smettere di piangere.

banner stimolazionenew .fw

Secondo l'American College of Obstetricians and Gynecologists, "Circa il 10% - 15% delle donne soffre di depressione dopo il parto e questa condizione è più di una semplice sensazione di tristezza o malinconia per alcuni giorni. È una malattia grave che può influenzare molto la donna, il suo bambino e la sua famiglia”.

 

La depressione postpartum è una malattia caratterizzata da sintomi come pianto facile per nessuna ragione apparente, difficoltà a dormire o sonno eccessivo, perdita di appetito, preoccupazione eccessiva, senso di colpa, irritabilità, mancanza di energia e incapacità di godere di cose buone, tra cui la presenza del nuovo figlio. Si può presentare dal momento in cui il bambino nasce fino al primo anno di vita.

Sintomi principali:

Sbalzi d’umore

Pianto

Tristezza

Irritabilità

Mancanza di concentrazione

Disturbi del sonno

Ma quale sono le cause e come superarla? Per Julie Lamppa, un'infermiera ostetrica avanzata presso la Mayo Clinic di Rochester, nel Minnesota, le donne ad alto rischio di questa sindrome sono quelle che hanno sofferto di depressione durante la gravidanza o che hanno già una storia di depressione.

Inoltre ci può essere una predisposizione genetica. "Una donna incinta dovrebbe controllare la sua storia familiare perché, se per esempio sua madre o sua nonna hanno avuto una depressione postpartum dopo le loro gravidanze, è molto probabile che ne soffrirà anche lei".

Come trattare la depressione post-partum?

  • Chiedi aiuto per la cura del bambino o con le faccende domestiche.
  • Dedica del tempo a te stessa quando è possibile, per recuperare energia, dormire, fare passeggiate ecc.
  • Chiedi aiuto ad un professionista, psichiatra o psicologo.