Stimolare i neonati a parlare:
i benefici del linguaggio “maternese”
o baby talk

 

Il linguaggio maternese (anche detto baby talk o parentese) è quel particolare linguaggio con cui si parla ai bimbi, con una sua caratteristica intonazione e musicalità.

banner stimolazionenew .fw

Il linguaggio maternese è caratterizzato da espressioni facciali esagerate e dalla ripetizione di parole o frasi. Questo ai neonati e ai bimbi piccoli piace molto.

La ricerca mostra che i bambini in realtà preferiscono il linguaggio maternese ad una conversazione in un tono “normale” come quella che di norma ha luogo fra adulti. Ascoltando il linguaggio maternese prestano attenzione, anche se si tratta di una lingua straniera. I bambini non prestano solo attenzione alla sonorità del linguaggio, ma anche alle espressioni facciali.

Il linguaggio maternese stimola i bimbi a parlare e ad imparare più velocemente il linguaggio; questo grazie alle constanti ripetizioni, al parlare piano, all’ esagerazione delle vocali e al tono di voce. Tuttavia, perché il maternese sia efficace, bisogna pronunciare correttamente le parole e chiamare le cose o le persone con il loro vero nome; non usare quindi parole e/o suoni senza senso. 

Più parole bambini ascoltano, più velocemente il loro vocabolario cresce. Nuove ricerche dimostrano che ciò che accelera lo sviluppo delle abilità linguistiche non è tanto la quantità di parole ma lo stile del discorso e il contesto sociale in cui esso avviene.

 

Bibliografia

University of Washinton (2014) Babbling babies – responding to one-on-one ‘baby talk’ – master more words