Una sostanza derivante dalla curcuma può proteggere

 i polmoni di neonati prematuri 

 

La curcuma è una spezia dal colore giallo-arancio proveniente dall'India, nota anche col nome di zafferano delle Indie.

E’ tradizionalmente impiegata sia nella medicina indiana sia in quella cinese per le sue proprietà curative. La curcuma e’ riconosciuta per la sua capacità di contrastare i processi infiammatori all'interno dell'organismo.

banner stimolazionenew .fw


La curcuma ha vitamine come il potassio e la vitamina C, ed e’ composta per il 26% di amido. Tuttavia l’ingrediente principale oggetto di maggior interesse scientifico è la curcumina, in grado di proteggere i polmoni dei neonati prematuri.

Questi ultimi hanno spesso bisogno dell'assistenza di ventilatori e di terapia forzata ad ossigeno perché non  ce la fanno a respirare da soli per la loro immaturità polmonare. Quando durano troppo tempo, queste terapie possono causare nei bimbi prematuri danni ai polmoni e anche la morte.

Ricercatori del Los Angeles Biomedical Research Institute presso l’Harbor-UCLA Medical Center (LA BioMed), hanno scoperto che  la curcumina assicura la protezione a lungo termine contro danni polmonari.

Questo studio, pubblicato online dal Journal of Physiology, Lung Cellular and Molecular Physiology(2013), prova che la curcumina fornisce protezione contro la displasia broncopolmonare (BPD), una condizione caratterizzata da cicatrici e infiammazione, e contro l'iperossia, in cui troppo ossigeno entra nel corpo attraverso i polmoni.

Virender K. Rehan, MD, ricercatore principale ed autore dello studio, afferma che "La curcumina è nota per avere funzioni antiossidanti, anti-infiammatorie e anti-microbiche, il che la rende una terapia promettente per i neonati prematuri che necessitano di ossigeno-terapia dopo la nascita."

 

Bibliografia

 Los Angeles Biomedical Research Institute at Harbo. "Substance In Turmeric May Protect Premature Infants' Lungs.9 Jul. 2013


 

Scopri come stimolare l'intelligenza del tuo bimbo 

 

cliccando qui