Come rafforzare il legame con il tuo bimbo prematuro


Quando non esisteva ancora la TIN (terapia intensiva neonatale) ed il tasso di mortalità tra i prematuri era molto alto, si pensava che fosse inutile sviluppare un legame emotivo con il proprio bimbo, visto che lo si sarebbe perduto presto. In realtà, oggi la situazione è completamente cambiata: la stragrande maggioranza dei prematuri sopravvivono grazie ai progressi compiuti dalla medicina, tuttavia...le cure psicologiche sono altrettanto importanti di quelle fisiche per la sopravvivenza del bimbo!

banner stimolazionenew .fw

Probabilmente anche tu avrai sperimentato tutte le difficoltà psicologiche che comporta il tenere il bimbo in TIN: incredulità, shock, tristezza, rabbia o perfino depressione. Forse anche il dubbio che il bimbo non ti avrebbe più riconosciuta come madre...il pensiero di non amarlo e la paura di nutrire questi sentimenti.

Come psicologa, posso dirti che si tratta di sensazioni assolutamente normali. Tutto questo vortice di sentimenti fa parte di quello che in psicologia si definisce lutto anticipato: la paura di perdere il bimbo è tanto grande che, come meccanismo di difesa, puoi avvertire una certa distanza emotiva da lui fino a pensare di non amarlo.


Ma come è possibile gestire al meglio questi sentimenti e rafforzare il legame emotivo con il tuo bimbo, tanto importante per il suo corretto sviluppo?
Ecco qui alcuni suggerimenti utili:

Impara a interpretare i comportamenti del tuo bimbo: cosa gli piace, in quale momento della giornata sta più tranquillo, in quale momento sta più nervoso, ecc…
Ti posso dare a tal proposito alcuni indizi utili (per una trattazione più completa, vedi i dettagli sul mio programma di stimolazione per prematuri più in basso): quando il bimbo è irrequieto in genere presenta questi sintomi: cambia di colore con facilità, ha il singhiozzo, trema, irrigidisce mani e braccia, tiene le dita stirate e la schiena arcuata, non centra lo sguardo;quando invece il bimbo è tranquillo, il suo colore non cambia, gli risulta più facile succhiare, i suoi movimenti sono più armoniosi, mantiene una postura rilassata, ti preme il dito quando glielo porgi, si sveglia lentamente, centra lo sguardo.


Allatta il bimbo quanto più sia possibile:
uno dei vantaggi dell’allattamento è infatti proprio il rafforzamento del legame madre-figlio;


Fai attenzione agli stimoli esterni che riceve il bimbo:
assicurati che non sia esposto ad eccessiva luce o rumore, fai in modo che non venga disturbato mentre dorme, parlagli ed accarezzalo quando è sveglio, ecc...


Prendi coscienza del fatto che non c’è nulla di male nel sentirti delusa o incompetente se non riesci a comprendere che sta succedendo al bimbo
: nemmeno lui lo sa! L’importante è lo sforzo che compi per conoscere e capire tuo figlio.

Favorisci il legame con il tuo bimbo attraverso alcune tecniche specifiche, come il massaggio e il foulard. Si tratta di due tecniche che insegno in dettaglio in uno dei miei seminari del Programma di Stimolazione per bimbi prematuri o sottopeso.


La tecnica del foulard: insieme al massaggio infantile, è tra le maniere più efficaci per rafforzare il legame madre-figlio. Entrambe le tecniche formano parte del mio Programma di Stimolazione per Bimbi Prematuri o Sottopeso.


 

Scopri come stimolare l'intelligenza del tuo bimbo 

cliccando qui