I “campanelli d’allarme” dello sviluppo nel tuo bimbo prematuro

 
Renderti conto se il tuo bimbo prematuro si sta sviluppando al meglio non è sempre facile. Da un lato, ogni bambino differisce da un altro in base alla particolare curva di crescita che segue, dall’altro il tema dello sviluppo nei prematuri è ulteriormente complicato dal fatto che esiste una certa differenza tra età cronologica (età in mesi dalla nascita ) e corretta (età che avrebbeil bimbo se fosse nato alla 40esima settimana).

banner stimolazionenew .fw


Proprio per questo è necessario che tu sappia quali competenze deve saper padroneggiare il bimbo per ogni tappa di crescita e rivolgerti ad uno specialista nel caso in cui si verifichino ritardi.

In questo articolo vorrei parlarti quindi di alcuni campanelli d’allarme dello sviluppo, cioè degli indizi di ritardo psico-fisico che puoi trarre osservando il bimbo.
Trattare il tema per completo va oltre lo scopo di quest’articolo (si richiederebbe per lo meno un manuale di 1000 pagine!). Tuttavia, vorrei farti un esempio, in modo da poter comprendere meglio il concetto. Supponiamo ad esempio che il tuo bimbo abbia ora 6 mesi di età corretta, ma non riesce a:

- Sollevare le braccia quando è prono;

- Rimanere seduto anche con sostegno;

- Rotolare;

- Voltarsi verso la sorgente di un suono;

- Portare le mani in bocca;

- Balbettare.


Allora è probabile che si stia verificando qualche ritardo nel suo sviluppo. E’ bene in questi casi far compiere al bimbo dei test per avere un panorama completo di come sta crescendo ed implementare un programma di stimolazione infantile apposito in modo da eliminare o per lo meno ridurre i deficit che manifesta.

  

Scopri come stimolare l'intelligenza del tuo bimbo  

cliccando qui