Mindfulness per bambini

 

La mindfulness è una pratica che può contribuire molto al corretto sviluppo emotivo, mentale e fisico di bambini, giovani ed adulti.

La parola “Mindfulness” significa essenzialmente consapevolezza, attenzione sollecita. Questo concetto deriva dagli insegnamenti del Buddismo Zen, e dalle pratiche di meditazione Yoga. Ma solo negli anni 70’ - grazie ad un medico del Massachusetts, Kabat-Zinn – questa pratica è stata conosciuta in occidente e adottata da alcune discipline mediche e psicoterapeutiche per i suoi enormi benefici comprovati dalla scienza.

banner stimolazionenew .fw


Mindfulness vuol dire vivere nel momento presente, consapevolmente e senza emettere nessun giudizio, accettando le proprie esperienze, pensieri ed emozioni di qualunque genere, senza lottare contro di esse.

I bambini spesso prestano maggiore attenzione al momento presente rispetto agli adulti. I bambini piccoli in particolare, si concentrano su un giocattolo o un gioco, e sembrano godersi ogni momento dell’ esperienza vissuta, ad esempio la sensazione della sabbia tra le dita o il suono di una voce familiare che racconta la loro storia preferita. Tuttavia, man mano che il bimbo cresce in un mondo frettoloso e caotico, questa capacità diminuisce o si perde e la mente va per così dire in “pilota automatico”.

Molti adulti vivono nei ricordi del passato, il che può generare tristezza fino ad arrivare alla depressione. Altri vivono nel futuro, in quello che potrebbe accadere, il che può indurre stati d’ansia. Vivere nel presente significa essere padroni di noi stessi momento per momento e costruire consapevolmente il nostro futuro. Inoltre una gran quantità di pensieri negativi deriva dalla critica che il soggetto fa a sé stesso per il fatto di sentirsi ansioso, depresso o a disagio.

Insegnare ai bambini a vivere nella mindfulness significa che i bambini crescono più sereni senza giudicare se stessi e gli altri, imparano a prestare attenzione a quello che fanno, sono più concentrati, e di conseguenza le loro azioni diventano più efficaci in termini di risultati, sperimentano più emozioni positive e il loro cervello è capace di gestire meglio quelle negative.

Attraverso esercizi di mindfulness, si può insegnare ai bambini a non perdere quella capacità di vivere il momento. Grazie alla mindfulness, si può imparare a mantenere la mente chiara e lucida senza l’interferenza di pensieri inutili, in modo da potersi concentrarsi su ciò che sta accadendo ora, senza altre distrazioni. Ma per insegnare la mindfulness ai bambini dobbiamo prima praticarla noi adulti.

Essere consapevoli consiste nel prestare attenzione a quelle cose che si fanno nel momento presente, cose che spesso ignoriamo, come ad esempio gustare il sapore del nostro caffè la mattina, fermarci a sentire il canto degli uccelli, la sensazione di pioggia sul nostro viso, o la sensazione di rabbia o la gioia nel nostro corpo.

E’ stato dimostrato che praticare mindfulness può contribuire al corretto sviluppo dei bambini a livello fisico e mentale ma anche sociale ed emotivo e può aiutare quelli con disturbi come l’autismo, disturbo da deficit di attenzione/iperattività/ADHD e bambini che soffrono di cancro o dolore cronico.

 

Bibliografia

A Mindfulness Intervention for Children with Autism Spectrum Disorders.Hwang, Yoon-Suk, Kearney, Patrick

 

Scopri come stimolare l'intelligenza del tuo bimbo 

 

cliccando qui