Il posto migliore per un bambino che piange
è tra le braccia di sua madre,suggeriscono i ricercatori.

 

Secondo uno studio pubblicato sulla rivista Current Biology, quando le madri prendono i bambini irrequieti tra le loro braccia questi si tranquillizzano. Questo effetto evolutivo, osservabile anche nei topi, riflette un insieme coordinato di regolazioni centrali, motorie e cardiache.

banner stimolazionenew .fw

Quando i bambini sono tra le braccia delle loro madri hanno maggiori probabilità di sopravvivere, hanno detto i ricercatori. Nel frattempo, le madri preferiscono tenere i loro bambini calmi e rilassati. Si tratta di una situazione vantaggiosa per entrambi.

I risultati di questo studio sono di grande rilevanza per l’ educazione dei nostri figli, e potrebbero svolgere un ruolo importante nello sviluppo di strategie per prevenire gli abusi sui minori, secondo i ricercatori. Capire il pianto dal punto di vista del bambino potrebbe alleviare la frustrazione. E quando i genitori si sentono meno frustrati, ci sono meno probabilità di esercitare abusi sui propri figli.

E´importante smentire la credenza comune secondo cui prendere in braccio un bambino piccolo significa viziarlo: un bimbo piccolo non può essere viziato con le dimostrazioni d’affetto. Un buon equilibrio tra manifestazioni d’affetto e disciplina (limiti) a partire dal primo anno di età evita di viziare i bambini. E’ comunque impossibile viziare un bambino prima di un anno di età.

Fonte: Cell Press 2013

Scopri come stimolare l'intelligenza del tuo bimbo 

 

cliccando qui