Come “allenare” il tuo bimbo alle relazioni sociali?

 
Immagina di essere un allenatore: curi la preparazione atletica dei giocatori, li incoraggi quando il loro morale è basso, gli dai dei suggerimenti mentre giocano la loro partita o durante gli intervalli. La stessa attitudine e comportamento è salutare per il tuo bimbo: puoi allenare anche lui a giocare la partita più importante: quella della sua stessa vita. Ma come è possibile raggiungere questo risultato?

banner stimolazionenew .fw

 

Per rispondere a questa domanda è necessario fare una breve premessa. Gli psicologi dello sviluppo ci insegnano che un bimbo comincia a sviluppare fin dalla nascita il legame sociale con le persone che di più se ne prendono cura, cioè i suoi genitori. Se questo vincolo è solido, da grande il bimbo potrà instaurare relazioni positive anche con gli altri.


Non solo, ma il bimbo sarà anche più curioso, frequenterà la scuola con maggiore profitto, riuscirà a gestire meglio lo stress ed è più difficile che abbia problemi di condotta.

Il tuo bimbo riceve le sue prime lezioni di “allenamento psico-sociale” proprio da te genitore. Il “trucco” sta nel fare in modo che il bimbo sviluppi una solida fiducia di base in te. In effetti, una delle prime cose che il bimbo impara è se può o meno fidarsi di chi si prende cura di lui.
Uno dei modi più efficaci per sviluppare nel bimbo questa essenziale fiducia di base consiste nel rispondere in modo adeguato alle sue necessità. E questo in varie situazioni:

  • Quando piange perché ha fame e tu lo alimenti;
  • Se si sente scomodo, gli cambi il pannolino o gli accarezzi la pancia quando ha coliche;
  • Quando avverte la necessità di giocare, giochi con lui;
  • Quando è stanco o irritabile, lo aiuti a rilassarsi e dormire.

Un bimbo che avverte fiducia nel genitore si sente libero di esplorare il mondo e di apprendere perché sa di aver sempre una base sicura cui fare ritorno: la sua mamma!

Scopri come stimolare l'intelligenza del tuo bimbo 

cliccando qui