4 neonati su 10 non creano un forte legame di attaccamento con i genitori

secondo i ricercatori: quali sono le cause?


Sviluppare un attaccamento sicuro tra il neonato e i genitori, soprattutto con la madre, è fondamentale per la salute fisica, mentale, emotiva del bimbo e del futuro adulto.

banner stimolazionenew .fw

Quando i genitori fin dall’inizio mostrano amore e affetto verso il proprio figlio, si stabilisce un legame forte e sicuro. Ciò fa in modo che i genitori siano disposti a proteggere, nutrire e curare il neonato anche nei momenti difficili quando ad es. sono stanchi e lo devono nutrire diverse volte durante la notte, o che i genitori siano pazienti e reagiscano in maniera tranquilla quando avvertono i pianti del bimbo.

Secondo uno studio condotto su 14.000 bambini degli Stati Uniti, il 40 per cento mancavano di forti legami affettivi con i genitori. I ricercatori hanno scoperto che questi bambini avevano maggiori problemi linguistici, educativi e comportamentali. Inoltre, i bambini di età inferiore ai tre anni che non formano legami forti con i propri genitori hanno maggiori probabilità di essere aggressivi, avere comportamenti provocatori e soffrire di iperattività di adulti.

Un legame sicuro con il bimbo si forma attraverso la cura parentale precoce, quando cioè i genitori soddisfano i bisogni dei bimbi, ad esempio li consolano quando piangono la notte per rassicurarli o attraverso il contatto fisico come manifestazione di affetto.

Susan Campbell, professoressa di psicologia presso l'Università di Pittsburgh che studia lo sviluppo sociale ed emotivo nei bambini piccoli e nei neonati, sostiene che i legami di attaccamento insicuro emergono quando i genitori non sono "sintonizzati" con i segnali sociali del loro bambino, in particolare con i pianti durante l'infanzia.

 

Bibliografia

"Baby Bonds: Parenting, attachment and a secure base for children," was published March 21 by the Sutton Trust. Princeton University, Woodrow Wilson School of Public and International Affairs


 

Scopri come stimolare l'intelligenza del tuo bimbo 

 

cliccando qui