Perché le mamme cantano ai loro bimbi?

La risposta dei ricercatori

 

Cantare ai bambini è qualcosa che avviene nella maggior parte delle culture. Dai tempi più antichi le mamme cantano ai neonati e ai bambini. Ma perché lo fanno?

banner stimolazionenew .fw

Questa è una domanda a cui è difficile rispondere, ma Shannon de l'Etoile, docente di musicoterapia presso l'Università di Miami Gelo School of Music, FL, a provato a farlo.

 

 

Anche se l'impatto della musica sul cervello in via di sviluppo non è pienamente compreso, secondo l'Etoile: "Sappiamo da ricerche precedenti che i bambini hanno la capacità innata di elaborare la musica in modo sofisticato."

 Le canzoni che una madre canta al suo bambino hanno delle caratteristiche che le differenziano di altri tipi di canto.


 L'importanza del canto materno

 Inizialmente, de l'Etoile aveva deciso di confrontare il canto della madre al proprio bimbo con altri tipi di interazioni, come il gioco, la lettura di libri o semplicemente il parlare.

 Nel caso del canto che il bimbo ascoltava, si è notato che la madre si trovava in uno stato di massima allerta. Quando il livello di attenzione del bimbo diminuiva, la madre cambiava il ritmo, le vocalizzazioni o il volume della voce per stimolare e regolare la risposta del bambino.

 Nel canto c’è un’interazione non solo con le parole e i gesti ma anche con lo sguardo. Grazie a questo, le mamme incoraggiano il bimbo all’imitazione di suoni e gesti, oltre che all’ascolto e alla produzione del linguaggio. Inoltre, cantare ai bambini è un modo per stimolare la loro memoria e insegnare nuovi concetti. Imparando le canzoni i bambini ricordano più facilmente le informazioni apprese.