Disturbi dell’apprendimento nei bambini: sintomi


Un disturbo di apprendimento è un disturbo neurologico che colpisce il modo in cui il cervello di un bambino riceve, elabora, conserva e risponde alle informazioni. I bambini che soffrono di disturbi dell’apprendimento possono  avere difficoltà nel leggere, scrivere, ascoltare, parlare, ragionare, e fare calcoli. 

banner stimolazionenew .fw

I disturbi dell'apprendimento non devono essere confusi con i problemi di apprendimento, che sono principalmente il risultato di  difficoltà visive, uditive, motorie,  ritardo mentale, problemi di attenzione,  disturbi emotivi, ambientali, culturali o  svantaggi economici.

Si potrebbe pensare che i bambini con un disturbo di apprendimento siano meno intelligenti di chi non ne soffre. Invece i disturbi dell’ apprendimento non hanno a che fare con il livello di intelligenza. In generale, questi bambini hanno un’ intelligenza  nella media o anche superiore.Spesso sembra che non ci sia una correlazione  tra potenziale ed effettiva performance della persona. Questo è il motivo per cui molte difficoltà di apprendimento sono indicate come "disabilità nascoste”: la persona sembra perfettamente "normale", brillante e intelligente, ma non è in grado di dimostrare il livello di competenze caratteristiche della sua età.

 I primi sintomi di un disturbo dell'apprendimento: diagnosi precoce per agire in tempo

Anche se i bimbi con DSA (disturbi specifici dell’apprendimento) hanno un livello di intelligenza uguale o superiore agli altri bambini della stessa età, hanno schemi neurologici diversi. Il loro comportamento è il primo indizio da considerare. Dai due ai tre anni possiamo iniziare a osservare attentamente come si sta sviluppando il loro linguaggio, il modo in cui interagiscono con gli altri, il livello di attenzione, lo sviluppo motorio ecc.  Anche se i bambini piccoli possono recuperare molto velocemente leggeri ritardi in alcune aree di sviluppo, se si nutrono dei sospetti è preferibile consultare il pediatra o neuro-psichiatra infantile.

 Alcuni fattori di rischio che contribuiscono a sviluppare un  disturbo dell'apprendimento sono:

 

- essere nato prematuro o sottopeso;

- fattori teratogeni durante la gravidanza come il fumo;

- alcolismo o tossicodipendenza nei genitori;

- infezioni batteriche prenatali;

- problemi alimentari;

- disturbi dell'apprendimento in famiglia;

- otite ricorrente e avvelenamento da piombo (Learning Disabilities Association of America, 2012).

 

 Bibliografia

Learning disabilities Association of America.

 

Scopri come stimolare l'intelligenza del tuo bimbo 

cliccando qui