Dispositivi elettronici e conseguenze per i bambini

 

Negli ultimi anni, i progressi tecnologici stanno arrivando alle generazioni sempre più giovani. Televisione, videogiochi, Internet e iPad sono diventati parte della vita quotidiana dei bambini.

banner stimolazionenew .fw

Secondo uno studio dell’ Università di Melbourne (Australia) recentemente pubblicato sulla rivista JAMA Pediatrics, l'uso continuativo dei mezzi elettronici promuove comportamenti sedentari e questo può portare a conseguenze negative per la salute, in particolare se viene adottato in giovane età. 

Il 17% dei bambini tra 0 e 11 mesi, il 48% da 12 a 23 mesi, e il 41% da 24 a 35 mesi vede più di due ore di televisione al giorno. In una giornata media, il 68% dei bambini sotto i 2 anni sta di fronte allo schermo. Il 35% guarda programmi educativi per i bambini, il 40% un mix di programmi educativi e di intrattenimento per i bambini e il 20% dei programmi per bambini e adulti. L'età media in cui i bambini cominciano a vedere la televisione è a 9 mesi.

Oltre a causare dei ritardi nello sviluppo linguistico e sociale nei bimbi piccoli, la costante esposizione ai mezzi elettronici può causare problemi fisici (obesità), emotivi (autostima e aggressività) e anche a problemi nel funzionamento della struttura famigliare.

Secondo lo studio dell’ Università di Melbourne, i bambini che hanno usato mezzi elettronici - in particolare televisori, computer e videogiochi - nella prima infanzia corrono un maggior rischio di avere un livello minore di benessere 2 anni più tardi (ricordiamo che la pura assenza di malattia non è sinonimo di benessere).

Per quanto riguarda l’esposizione ai dispositivi elettronici, si consiglia di limitarne l’uso promovendo altre attività ricreative che favoriscano lo sviluppo motorio dei bambini e la comunicazione interpersonale, tra cui giochi all'aperto, giochi di tavola, sport ecc.

 Bibliografia

Early Childhood Electronic Media Use as a Predictor of Poorer Well-being: A Prospective Cohort Study, doi:10.1001/jamapediatrics.2014.94, Trina Hinkley et al., published in JAMA Pediatrics, 17 March 2014.

 

Scopri come stimolare l'intelligenza del tuo bimbo 

cliccando qui