Perché i bimbi si succhiano il pollice?

 

Succhiarsi il dito emerge nella prima infanzia, ma l'abitudine potrebbe iniziare anche prima. Molti bambini possono succhiarsi il dito già da diversi mesi, prima ancora di lasciare il grembo materno. Succhiare è rilassante e rassicurante e può diventare anche un metodo di auto-consolazione per molti bimbi. Questo comportamento non ha infatti a che fare con lo stimolo della fame.

banner stimolazionenew .fw

Per il neonato succhiare il pollice o l’intero pugno della mano è un piacere e anche un modo di calmarsi, quindi bisogna lasciarlo. In uno studio con bambini prematuri, i ricercatori hanno scoperto che i neonati che si succhiavano il pollice avevano degenze ospedaliere più brevi. Questo perché la suzione ritmica li aveva consolati a tal punto da fargli spendere meno energia nel pianto. Man mano che però il bimbo cresce, i vantaggi della suzione tendono a diminuire: il dito in bocca può avere un effetto negativo sulla formazione dei denti e mandibola del bambino.

A 3, 4 o 5 anni, il bimbo deve aver già sviluppato altri meccanismi per calmarsi o per non annoiarsi, e qui i genitori sono molto importanti, come guide del suo sviluppo psico-emotivo e sociale.

La dipendenza dal dito è una dipendenza come qualunque altra, e si è dimostrato che per porvi fine bisogna che il bimbo sia motivato da una combinazione di paura (ma non terrore) e desiderio. La motivazione non deve essere solo un premio, ad esempio: “Se non succhi il ditino ti compro…(motivazione estrinseca)” o solo paura: “Se continui così tutti i denti si rovineranno (fare vedere una foto)” oppure “Quando andrai a scuola i tuoi compagni ti prenderanno in giro”. Tuttavia se il bambino succhia il dito per richiamare l’attenzione, la migliore opzione è ignorare il comportamento.

Cercare di porre fine alla dipendenza – come la suzione – implica una reazione molto simile al dolore per una perdita. Quindi al bimbo mancherà qualcosa, in questo caso il suo dito. Quindi pazienza e perseveranza sono molto importanti, anche perché ci saranno sicuramente delle ricadute.

Per evitare le ricadute è consigliabile sostituire il vecchio comportamento con uno nuovo, cioè una sana abitudine. Se il bambino usa succhiare per alleviare la noia, tenere le mani occupate o distrarlo con le cose che trova divertenti.

Il rinforzo positivo è generalmente più efficace di quello negativo. E’ consigliabile non utilizzare tecniche spiacevoli, aceto o altre sostanze amare sul dito.

E se niente funziona?

Per alcuni bambini, succhiare il pollice è un'abitudine incredibilmente difficile da rompere. Ricordate, però, che la pressione dei pari porta normalmente i bambini a smettere la abitudini di suzione diurne quando iniziano la scuola.

 

Bibliografia

Influence of thumb sucking on peer social acceptance in first-grade children”, Pediatrics. Aprile, 1994.

 

Scopri come stimolare l'intelligenza del tuo bimbo 

cliccando qui