Coliche del neonato
 

Le coliche infantili sono una condizione frequente nella popolazione infantile (10-30% dei bambini). Le coliche sono caratterizzate da un pianto inconsolabile, ipertonicità e insonnia; esordiscono intorno alla seconda settimana di vita, e tendono a crescere verso la sesta. Sono più frequenti nel tardo pomeriggio e nelle ore serali.

 banner stimolazionenew .fw

Le coliche infantili colpiscono bambini in uguale misura sia che siano allattati al seno sia che siano alimentati con formula.

Un criterio comunemente utilizzato per definire una colica è la “regola dei tre” di Wessel che afferma che una colica del lattante comprende un pianto di almeno tre ore per giorno, per almeno tre giorni in ogni settimana, per almeno tre settimane nei primi 3 o 4 mesi di vita.

Interventi alimentari

Molti interventi alimentari mirano a ridurre o a eliminare il latte di mucca dalla dieta dei lattanti con coliche o delle mamme che allattano al seno. In alcuni interventi alimentari sono anche eliminati dalla dieta della madre tutti i maggiori allergeni quali: l’uovo e i prodotti a base di frumento e frutta secca. Per i lattanti alimentati con biberon, in alcuni studi hanno sostituito il latte di mucca con la caseina idrolisata o il siero di latte idrolisato o il latte di soia nell’alimentazione artificiale per determinare se una dieta ipoallergica è un efficace trattamento per i lattanti colicosi. Altri interventi mirano a l diminuire la quantità di lattosio nel latte materno e in quello artificiale attraverso l’aggiunta di lactase, arricchendo la composizione del latte artificiale con fibre, tè alle erbe e soluzioni di saccarosio.

Si consiglia di:


• Eliminare le proteine del latte della mucca dalla dieta dei lattanti che si alimentano con biberon sostituendole con una formula a base di  riso (Grado D)

• Fornire ai genitori un addestramento per migliorare la loro risposta al pianto di un lattante (Grado D)

• Diminuire la quantità di stimolazioni quali i movimenti a scatti e le stimolazioni uditive al lattante. (Grado D)


Bibliografia                                                                                                          

Bestpractice, volume 8                                                                                        

Istituto Ortopedico Rizzoli

Collaboratrice Centro studi EBN -Direzione Servizio Infermieristico e Tecnico

Azienda Ospedaliera di Bologna –PoliclinicoS.Orsola-Malpighi

Liliana Jaramillo, Psicologa

 

Scopri come stimolare l'intelligenza del tuo bimbo 

cliccando qui